Exit

Bisazza, nota azienda musiva vicentina, ha lanciato alla fine di novembre 2016 la collezione Wood, una serie di pavimentazioni in legno, disegnate da Edward Van Vliet, Kiki van Eijk e Studio Job. Il debutto è all’insegna dell’innovazione. I designer, diversi per provenienza e cifra espressiva, hanno creato, giocando sulle geometrie e sui colori, figurazioni inedite, rubando suggestioni ad altri materiali, come Edward Van Vliet che ha riproposto in legno naturale e tinto blù all’anilina le geometrie delle grandi classiche piastrelle ottagonali; o Studio Job, il sempre sorprendente duo di Anversa
(Job Smeets e Nynke Tynagel) che ha creato imprevisti effetti di rilievo, utilizzando ombreggiature cromatiche; o ancora l’olandese Kiki Van Eijk che ha realizzato composizioni figurative di piastrelle lignee ottagonali, in tonalità che vanno dal bianco acero al marrone denso del castagno, arricchite anche da lievi incisioni floreali. Come da tradizione, basti pensare ai parquet dell’Hermitage a San Pietroburgo, e il pavimento acquista un originale valore decorativo.

parquet-bisazza-studio_1
Pavimento Crono Zeta, Collezione Bisazza Wood, Bisazza Design Studio. Foto, Matteo Imbriani.
parquet-Bisazza-Studio_2
parquet-bisazza-studio_3
Pavimento Crono Kappa, Collezione Bisazza Wood, Bisazza Design Studio. Foto, Matteo Imbriani.
parquet-bisazza-studio_4
Pavimento Atlante Delta, Collezione Bisazza Wood, Bisazza Design Studio. Foto, Matteo Imbriani.
parquet-bisazza-studio_5
Pavimento Zues Sigma, Collezione Bisazza Wood, Bisazza Design Studio. Foto, Matteo Imbriani.
parquet-bisazza-studio_6
Pavimento Astrakhan 8 Master, Collezione Bisazza Wood. Design Edward van Vliet. Foto, Edward van Vliet Studio.
parquet-bisazza-studio_7
Pavimento Fidelio Navy, Collezione Bisazza Wood. Design Edward van Vliet. Foto, Edward van Vliet Studio.
parquet-bisazza-studio_8
Pavimento Pirouette Navy, Collezione Bisazza Wood. Design Edward van Vliet. Foto, Edward van Vliet Studio.
parquet-bisazza-studio_9
Pavimento Hillstar Master, Collezione Bisazza Wood. Design Edward van Vliet. Foto, Edward van Vliet Studio.
parquet-bisazza-studio_10
Pavimento Faraday Dream, Collezione Bisazza Wood. Design Edward van Vliet. Foto, Edward van Vliet Studio.
parquet-bisazza-studio_11
Pavimento Path Graphic, Collezione Bisazza Wood. Design Edward Kiki van Eijk.
parquet-bisazza-studio_12
Pavimento Outside Spring, Collezione Bisazza Wood. Design Edward Kiki van Eijk.
parquet-bisazza-studio_13
Pavimento Path Winter, Collezione Bisazza Wood. Design Edward Kiki van Eijk.
parquet-bisazza-studio_20
Pavimento Central Light, Collezione Bisazza Wood. Design Edward Kiki van Eijk.
parquet-bisazza-studio_14
Pavimento Gingham Light, Collezione Bisazza Wood. Design Studio Job.
parquet-bisazza-studio_15
Pavimento Bloc Rouge, Collezione Bisazza Wood. Design Studio Job.
parquet-bisazza-studio_16
Pavimento Plissage Turquoise, Collezione Bisazza Wood. Design Studio Job.
parquet-bisazza-studio_17
Pavimento Bloc Chic, Collezione Bisazza Wood. Design Studio Job.
parquet-bisazza-studio_18
Pavimento Canage Moderne, Collezione Bisazza Wood. Design Studio Job.
parquet-bisazza-studio_19
Pavimento Escalier Clair, Collezione Bisazza Wood. Design Studio Job.

DOVE: Viale Milano, 56 – 36075 Alte di Montecchio Maggiore (VI) – Italy

Bisazza, nota azienda musiva vicentina, ha lanciato alla fine di novembre 2016 la collezione Wood, una serie di pavimentazioni in legno, disegnate da Edward Van Vliet, Kiki van Eijk e Studio Job. Il debutto è all’insegna dell’innovazione. I designer, diversi per provenienza e cifra espressiva, hanno creato, giocando sulle geometrie e sui colori, figurazioni inedite, rubando suggestioni ad altri materiali, come Edward Van Vliet che ha riproposto in legno naturale e tinto blù all’anilina le geometrie delle grandi classiche piastrelle ottagonali; o Studio Job, il sempre sorprendente duo di Anversa (Job Smeets e Nynke Tynagel) che ha creato imprevisti effetti di rilievo, utilizzando ombreggiature cromatiche; o ancora l’olandese Kiki Van Eijk che ha realizzato composizioni figurative di piastrelle lignee ottagonali, in tonalità che vanno dal bianco acero al marrone denso del castagno, arricchite anche da lievi incisioni floreali. Come da tradizione, basti pensare ai parquet dell’Hermitage a San Pietroburgo, e il pavimento acquista un originale valore decorativo.

Torna al sommario de "Design, Fear and Love"
Close
Go top

The Moodboarders è un occhio spalancato sul mondo del progetto in tutte le sue multiformi declinazioni, capace di cogliere, anche nel quotidiano, lo straordinario. È la misura della temperatura epocale. È l’antenna sensibile capace di captare le tendenze sul nascere, i talenti che sbocciano, le estetiche trascurate. Non saggi, ma appunti veloci per sintonizzarsi sul ritmo del nostro tempo. Abbiamo viaggiato un anno senza fermarci e perché di questo viaggio non si smarrisca il ricordo abbiamo deciso di editare una versione cartacea. Abbiamo eliminato l’episodico, l’effimero e il fugace, cercando di mantenere la varietà degli argomenti e il loro fluido susseguirsi, di preservare la sorpresa delle scoperte, degli eventi colti nel loro manifestarsi, delle creazioni appena germogliate.