Exit

Angelica Frullini debutta nell’alta ebanisteria con una collezione di mobili singoli in legno, realizzarti a mano da un maestro ebanista della Brianza, la cui estetica è una felice combinazione di moderna funzionalità con linee classicheggianti. Studiati e rifiniti in ogni dettaglio, sono destinati a funzioni precise, reintroducendo nell’arredo domestico le tipologie destinate a funzioni specifiche. Non più grandi contenitori generici, ma piccolo mobili preziosi per rituali domestici trascurati: la toilette, lo scrittorio, il mobile bar, il servo muto.

Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_3
Carrello/mobile bar The Barman, realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.

La collezione, caratterizzata da dettagli in pelle con lavorazioni selleria, si compone di The Butler, un mobile scrivania corredato da una postazione di lavoro telematica, uno svuota tasche e un porta riviste in pelle; da The Lady, un servo muto uomo-donna, con specchio a tutta altezza e toilette integrata e da The Barman, un carrello/mobile bar studiato per trasportare bicchieri, bottiglie e tutto l’occorrente per servire aperitivi e liquori. Le tre tipologie sono disponibili in diverse finiture e essenze lignee, per offrire il su misura anche nell’arredo. La riproposizione delle tipologie rappresenta la rivincita del mobile singolo specializzato sulle pareti attrezzate, contenitori generici dove riporre qualsiasi traccia di vita quotidiana, al fine di rendere asettici gli interni domestici.

Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_4
L’interno del carrello/mobile bar, The Barman, che può ospitare bicchieri, bottiglie ed accessorie per creare cocktail. Realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_2
Mobile Scrivania The Butler, realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_5
L’interno del mobile scrivania The Butler, completo con una svuota tasche in pelle. Realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_6
Mobile Scrivania The Butler, con i suoi compartimenti aperti. Realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_1
Lo specchio del servo muto uomo-donna The Lady, realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_7
Servo muto uomo-donna The Lady, realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_10
Servo muto uomo-donna The Lady, realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_9
Lo specchio del servo muto uomo-donna The Lady, si scivola su un binario, e ruota dento la sua struttura di ottone. Realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.
Angelica-Frullini-Haute-Cabinetry_8
Il dietro del servo muto uomo-donna The Lady dispone di un’appoggia camicia, realizzato in mogano, ottone e pelle; Silent Servants Collection di Angelica Frullini, 2016.

DOVE: Piazza Castello 16, Milano

Angelica Frullini debutta nell’alta ebanisteria con una collezione di mobili singoli in legno, realizzarti a mano da un maestro ebanista della Brianza, la cui estetica è una felice combinazione di moderna funzionalità con linee classicheggianti. Studiati e rifiniti in ogni dettaglio, sono destinati a funzioni precise, reintroducendo nell’arredo domestico le tipologie destinate a funzioni specifiche. Non più grandi contenitori generici, ma piccolo mobili preziosi per rituali domestici trascurati: la toilette, lo scrittorio, il mobile bar, il servo muto. La collezione, caratterizzata da dettagli in pelle con lavorazioni selleria, si compone di The Butler, un mobile scrivania corredato da una postazione di lavoro telematica, uno svuota tasche e un porta riviste in pelle; da The Lady, un servo muto uomo-donna, con specchio a tutta altezza e toilette integrata e da The Barman, un carrello/mobile bar studiato per trasportare bicchieri, bottiglie e tutto l’occorrente per servire aperitivi e liquori. Le tre tipologie sono disponibili in diverse finiture e essenze lignee, per offrire il su misura anche nell’arredo. La riproposizione delle tipologie rappresenta la rivincita del mobile singolo specializzato sulle pareti attrezzate, contenitori generici dove riporre qualsiasi traccia di vita quotidiana, al fine di rendere asettici gli interni domestici.

Torna al sommario de "Revival"
Close
Go top

The Moodboarders è un occhio spalancato sul mondo del progetto in tutte le sue multiformi declinazioni, capace di cogliere, anche nel quotidiano, lo straordinario. È la misura della temperatura epocale. È l’antenna sensibile capace di captare le tendenze sul nascere, i talenti che sbocciano, le estetiche trascurate. Non saggi, ma appunti veloci per sintonizzarsi sul ritmo del nostro tempo. Abbiamo viaggiato un anno senza fermarci e perché di questo viaggio non si smarrisca il ricordo abbiamo deciso di editare una versione cartacea. Abbiamo eliminato l’episodico, l’effimero e il fugace, cercando di mantenere la varietà degli argomenti e il loro fluido susseguirsi, di preservare la sorpresa delle scoperte, degli eventi colti nel loro manifestarsi, delle creazioni appena germogliate.