Exit

Negozio gourmet per zuppe, sandwich e insalate, Urban Soup Kitchen (USK), fondata da Rick Teh nel 2009 a Shanghai, ha introdotto un nuovo concetto di zuppa nel mercato locale, dove i cinesi generalmente vedono la zuppa come contorno, mentre quella occidentale può facilmente essere un pasto completo. Recentemente, USK ha commissionato al designer taiwanese Nicole Teng il rinnovo della loro filiale su Kangding Road.

columbina-artist-shangai-urban-soup-kitchen
Il progetto grafico realizzato dall’artista colombiana Cruzma ha contribuito a rafforzare lo stile NYC chic usato per caratterizzare lo spazio.
gunny bags at urban-soup-kitchen
Nicole ha utilizzato anche sacchi di juta nel negozio come decorazioni interne.

Dopo aver studiato lo spirito di USK – offrire comfort food salutare e a prezzi accessibili agli abitanti della città – Nicole ha ideato per il ristorante uno stile elegante e moderno. Ha deciso di coniugare lo stile urban chic di New York City, dove il locale ha avuto origine, con materiali “grezzi” come il cemento, vecchio legno e ferro che esprimono confidentemente il linguaggio del design di Nicole.
Tutti i mobili da USK sono realizzati in legno riciclato, e la panchina nella terrazza proviene da un parco abbandonato. Nicole installa finestre pieghevoli e utilizza il terrazzo per allargare visivamente lo spazio e portare più luce nella stanza. Per coprire la colonna portante nello spazio, Nicole lavora con l’artista grafico colombiano Cruzma per la grafica di lettere e frasi, donando un senso di relax e umorismo al ristorante. Il design di USK esalta il marchio del ristorante oltre a servire come decorazione.

interior urban-soup-kitchen
L’uso di finestre pieghevoli aiuta a portare più luce nell’area pranzo.
Il progetto grafico realizzato dall’artista colombiana Cruzma ha contribuito a rafforzare lo stile NYC chic usato per caratterizzare lo spazio.
terrace of urban soup kitchen in shangai
Nicole ha pienamente utilizzato il terrazzo per ampliare lo spazio.

DOVE: SWFC Store (Lujiazui) Shanghai World Financial Center No.100 Century Ave., B106-1

Negozio gourmet per zuppe, sandwich e insalate, Urban Soup Kitchen (USK), fondata da Rick Teh nel 2009 a Shanghai, ha introdotto un nuovo concetto di zuppa nel mercato locale, dove i cinesi generalmente vedono la zuppa come contorno, mentre quella occidentale può facilmente essere un pasto completo. Recentemente, USK ha commissionato al designer taiwanese Nicole Teng il rinnovo della loro filiale su Kangding Road.
Dopo aver studiato lo spirito di USK – offrire comfort food salutare e a prezzi accessibili agli abitanti della città – Nicole ha ideato per il ristorante uno stile elegante e moderno. Ha deciso di coniugare lo stile urban chic di New York City, dove il locale ha avuto origine, con materiali “grezzi” come il cemento, vecchio legno e ferro che esprimono confidentemente il linguaggio del design di Nicole.
Tutti i mobili da USK sono realizzati in legno riciclato, e la panchina nella terrazza proviene da un parco abbandonato. Nicole installa finestre pieghevoli e utilizza il terrazzo per allargare visivamente lo spazio e portare più luce nella stanza. Per coprire la colonna portante nello spazio, Nicole lavora con l’artista grafico colombiano Cruzma per la grafica di lettere e frasi, donando un senso di relax e umorismo al ristorante. Il design di USK esalta il marchio del ristorante oltre a servire come decorazione.
DOVE: SWFC Store (Lujiazui) Shanghai World Financial Center No.100 Century Ave., B106-1

Torna al sommario de "Domestic Life"
Close
Go top

The Moodboarders è un occhio spalancato sul mondo del progetto in tutte le sue multiformi declinazioni, capace di cogliere, anche nel quotidiano, lo straordinario. È la misura della temperatura epocale. È l’antenna sensibile capace di captare le tendenze sul nascere, i talenti che sbocciano, le estetiche trascurate. Non saggi, ma appunti veloci per sintonizzarsi sul ritmo del nostro tempo. Abbiamo viaggiato un anno senza fermarci e perché di questo viaggio non si smarrisca il ricordo abbiamo deciso di editare una versione cartacea. Abbiamo eliminato l’episodico, l’effimero e il fugace, cercando di mantenere la varietà degli argomenti e il loro fluido susseguirsi, di preservare la sorpresa delle scoperte, degli eventi colti nel loro manifestarsi, delle creazioni appena germogliate.